I Pitagorici prendono il nome dal loro maestro, Pitagora, e sono la dimostrazione della prima scuola filosofica, anche se molto arcaica e rudimentale ed avvolta nelle leggende e nel mistero. Al suo interno, l’ insegnamento era impartito oralmente, e non era facile entrare a farne parte: bisognava sottoporsi ad una prova d’ iniziazione e dimostrare di essere adatti, quindi fare per un po’ il "pitagorico in prova". Una volta che si riusciva ad entrarvi, bisognava imparare la dottrina ed i concetti pitagorici: ci si limitava ad imparare i precetti impartiti oralmente, senza capirne o spiegarne il perché ed essi dovevano rimanere segreti.all'interno della scuola pitagorica, oltre la matematica, si studiava anche musica, filosofia e astronomia.Si diceva anche che i pitagorici fossero anti-femministi, cosa comune in tutta la civiltà greca, ma invece non era così.
La scuola, che poteva essere frequentata anche dalle donne. La scuola offriva due tipi di lezione: una pubblica e una privata.
Durante quella pubblica, seguita dalla gente comune, il maestro spiegava nel modo più semplice possibile, così che fosse comprensibile a tutti, la base della sua filosofia basata sui numeri. Quella privata era invece di più alto livello e veniva seguita prevalentemente da eletti iniziati agli studi matematici.
Questa non era però l’ unica "stranezza" della setta. Per esempio anche:

  1. Astieniti dalle fave
  2. Non raccogliere ciò che è caduto
  3. Non toccare un gallo bianco
  4. Non spezzare il pane
  5. Non scavalcare le travi
  6. Non attizzare il fuoco con il ferro
  7. Non addentare una pagnotta intera
  8. Non strappare le ghirlande
  9. Non sederti su di un boccale
  10. Non mangiare il cuore
  11. Non camminare sulle strade maestre
  12. Non permettere alle rondini di dividersi il tuo tetto
  13. Quando togli dal fuoco la pignatta non lasciare la sua traccia nelle ceneri, ma rimescolale
  14. Non guardare in uno specchio accanto ad un lume
  15. Quando ti sfili dalle coperte, arrotolale e spiana l'impronta del corpo.

Pitagora, all’ interno della scuola, viene considerato come politico, etico, filosofo e matematico. Insomma, come una figura a 360 gradi.

musipit336.jpg
Raffigurazione della scuola pitagorica di Raffaello.

pentacol.jpg


La scuola aveva un
simbolo, cioè una stella a
5 punte racchiusa in un
cerchio, che
successivamente verrà
copiata anche da altre
sette, soprattutto da
quelle di tipo satanico.